Blue Pink Green Purple Red




Elezioni Guidonia. Neri: “Non mi candido, sarò in Giunta. Sostengo Bertucci e Vallati” - La Voce del Nord Est Romano

Consigliere Maurizio Neri siamo alla scadenza della presentazione delle liste. Che farà?

Dopo cinque anni di esperienza in consiglio comunale ho maturato la decisione di mettere il mio impegno e la mia competenza professionale a disposizione della prossima Giunta Rubeis.

Vuol dire che non si candiderà?

No, non sarò in lista. Darò il mio contributo sostenendo persone capaci e leali candidate con Forza Italia, parlo di Marco Bertucci e Anna Maria Vallati che hanno il mio pieno sostegno perché fanno molto per la città di Guidonia Montecelio.

Prima si è detto che si sarebbe candidato lei, poi che meditava di far scendere in campo sua figlia. Qual è stato l’elemento determinante nella valutazione?

La mia è stata una decisione importante, quella di impegnarmi ancora di più per la collettività al fianco di persone di alto profilo politico e umano.

E’ anche una scelta rischiosa. Se Rubeis dovesse perdere si ritroverebbe fuori da tutto.

Certo, la strada più semplice per garantirmi un posto al caldo sarebbe stata un’altra, ma questa dal mio punto di vista è quella più responsabile nei confronti della gente che rappresento.

E’ molto radicato a Colleverde, un quartiere difficile, lontano dal centro città e periferia di Roma. E’ stato realizzato abbastanza per quella zona?

L’amministrazione ha fatto moltissimo per l’intera città e per Colleverde, le persone ce lo riconoscono, sono sicuro che ne avremo conferma nelle urne il 25 maggio prossimo. Certo ci sono sempre margini di miglioramento per consegnare alla collettività una città veramente vivibile. A Colleverde abbiamo realizzato molte opere pubbliche. Penso alla piscina, al centro anziani, alle strade, ai marciapiedi e ai parchi pubblici. Occorre fare di più però perché bisogna dare servizi.

Un altro nome forte del centrodestra in quell’area è Adriano Mazza. Secondo le indiscrezioni si sono incrinati i rapporti tra lei e l’assessore.

Il sodalizio politico tra me e Mazza si è rotto e abbiamo deciso di prendere strade diverse. La mia è una scelta importante maturata nell’esclusivo interesse della collettività.

In base anche alle sue competenze professionali, se Rubeis dovesse vincere, di quale settore le piacerebbe occuparsi in Giunta?

Sono valutazioni che spettano al sindaco e ai consiglieri comunali che rappresenterò. Ma sono un ingegnere e in base anche alle mie attitudini mi farebbe piacere occuparmi di questioni ambientali.

A Guidonia è un ambito scottante.

E’ un tema sentito e va gestito con molta attenzione per la tutela della salute e della qualità della vita dei cittadini. Le nuove tecnologie sono da questo punto di vista una grande opportunità e l’Agenda 21 è il must dal quale non ci si può più discostare.

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Forza Italia, alla fine Mario Valeri si candida. Il capolista è Stefano Sassano - La Voce del Nord Est Romano

“Si salvi chi può, ecco un titolo sulle liste nel centrodestra”. Il suggerimento arriva da un pulcino con le potenzialità da falco, l’aria che tira però è pura tramontana, non bisogna farsi confondere dai tepori simil primaverili. Eligio Rubeis si presenta agli elettori con sei liste, tre sono le civiche, quella a immagine e somiglianza dell’architetto è guidata da Ugo Fabri. In Forza Italia tensioni, malumori, coppie che scoppiano, e operazioni chiuse nel cuore della notte. A capitanare gli azzurri sarà Stefano Sassano, il presidente del consiglio comunale è capolista.

La sede nel centro città dove avvengono le scene vere, quelle da gossip e da retroscena, non è il comitato elettorale del sindaco vista rotatoria, ma la sezione forzista a due passi dal bar Lanciani nel palazzo rosa che a pochi metri ha giusto lo studio da avvocato del Presidente Sassano. Un via vai di politici in questi giorni, bisogna chiudere le liste, unico e solo dovere. Forza Italia schiera come leader Sassano, il Presidente ha il compito di guidare le truppe. Subito dopo Marco Bertucci, perché ci sono i consiglieri uscenti in ordine di voti presi nel 2009 e poi le nuove leve. Questo il criterio scelto, così dopo Bertucci che cinque anni fa ha preso 800 voti e passa, ecco Alberto Morelli (capogruppo) che aveva 545 preferenze, quindi Gianluigi Marini (527), Giuseppe Nardecchia (509), Michele Venturiello (412), Marianna De Maio (395). Dopo e solo dopo gli altri. Questo lo scacchiere fino a mercoledì, notte, quando arriva il colpo di scena. Mario Valeri che aveva annunciato di non volersi ripresentare, firma l’accettazione della candidatura. Così ora dei consiglieri uscenti si ricandidano 8 su 16. Tra gli outsider ha fatto la sua comparsa Wilma Sinibaldi, l’imprenditrice dell’Aquapiper, dopo veti incrociati e una rivolta della civica è con Forza Italia. Le indiscrezioni parlano di un possibile accordo di ticket elettorale con Sassano, anche se la manager delle piscine – a sentire il sindaco – dovrebbe essere abbinata a Cesare Falcucci. La civica si diceva, quella di Rubeis sindaco è guidata dall’uscente Ugo Fabri, poi c’è Anna Di Tella assessore alle Attivitità Produttive e Paolo Giammaria (terzo) consigliere d’opposizione passato con la maggioranza. “Ho aderito perché molto è stato fatto sul piano del decoro urbano”, dice muto come un pesce su ogni altro contendente. Nell’altra lista civica collegata a Rubeis sindaco spunta poi a capo Paolo Greggi. Non manca un Condò candidato con Forza Italia e anche un “detto Tortora”. Tutti omonimi, per carità.

gea.pe

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Niente servizi, niente voti. La protesta del quartiere Arci prima del voto - La Voce del Nord Est Romano

“Benvenuti nel quartiere del degrado”. Non usano mezzi termini gli abitanti degli Arci, che stanchi dei ripetuti disservizi registrati negli ultimi anni hanno manifestato le proprie intenzioni di voto mettendo uno striscione all’ingresso di una delle vie più disastrate della periferia tiburtina. Da mesi in quel punto si viaggia a traffico alternato, a causa di un crollo avvenuto tempo fa, causando una serie interminabili di disagi alle centinaia di macchine che ogni giorno entrano ed escono da quella parte della Superba. Ma si è trattato solo dell’ennesimo problema, andato a complicare un quadro già abbastanza compromesso di suo. In quella zona mancano parecchi servizi, come dicono i fautori della protesta: “No acqua, no fogne, no strade, no scuola, no voti”, scrivono, ricordando tutte le questioni aperte e mai chiuse per un quartiere in crescita costante sul fronte degli abitanti, aggiungendo di essere stati “da sempre dimenticati da tanti bugiardi”. Una minaccia che a poche settimane dall’apertura delle urne per il rinnovo del parlamentino di Palazzo San Bernardino qualche problema lo crea. Pare ovvio che il prossimo sindaco i conti con questa parte della città prima o poi dovrà farli.

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Elezioni Sant’Angelo, il candidato sindaco Gabrielli: “Voglio far aprire il McDonald’s” - La Voce del Nord Est Romano

Nicole Maturi

E’ il paese che lo chiede, per questo l’ex Angelo Gabrielli ritenta la strada per fare il sindaco di Sant’Angelo Romano. Con il Club Forza Silvio a dargli man forte, il marchio della “disponibilità” e l’intenzione di svegliare il territorio dopo la soporifera esperienza Mascetti, il candidato ha anche una proposta per modernizzare: portare il McDonald’s.

Negli ultimi tre anni, passeggiando per le vie di Sant’Angelo ho ricevuto molte richieste da parte della cittadinanza. Viste le numerose esigenze riscontrate e visti gli anni di silenzi dell’ultima amministrazione, ho deciso di ripresentarmi. In passato, quando ero sindaco, ho cercato di portare al paese dei servizi concreti come ad esempio la banca, la sede dei carabinieri, ho cambiato l’illuminazione, ho ampliato e ristrutturato le scuole e la mia intenzione è riprendere da dove avevo lasciato. Ho scelto dodici persone nuove con delle capacità specifiche, in base alle loro qualifiche. Voglio risvegliare Sant’Angelo dal dormitorio che ha lasciato il sindaco Mascetti e il suo governo”. Tra i punti cardine del programma c’è uno dei tasti più dolenti per il paese, la questione rifiuti che nell’ultimo periodo ha gravato insistentemente sulle tasche della cittadinanza costretta a misurarsi con costi triplicati dovuti all’emergenza provocata dalla chiusura dell’Inviolata che in Comuni come Sant’Angelo, non entrati ancora nell’ottica raccolta differenziata, ha gravato in maniera consistente. “Io sono sempre in mezzo alla gente, il mio marchio è la disponibilità. Non sono fantasioso cercherò di realizzare quello che si può. Non solo parole ma fatti concreti. Cerco di affrontare i problemi e di risolverli, quello della raccolta differenziata è un fattore che andrà sviluppato nell’imminente”. Gabrielli ha a cuore anche la ricchezza non valorizzata del paese, “rilanciare i prodotti tipici, sviluppare la cultura con degli eventi questi sono due elementi molto importanti per me. In passato, durante il mio mandato, le manifestazioni non sono mancate. Ho realizzato feste di livello nazionale portando ad esempio artisti del calibro di Anna Tatangelo e Le Vibrazioni. Inoltre rivalorizzare questo territorio significherebbe anche cercare di portare una catena di fast food, ad esempio McDonald’s, che darebbe non solo modernità al paese ma anche molti posti di lavoro per i giovani”.

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Di Buò si avvicina a Fratelli d’Italia - La Voce del Nord Est Romano

L’occasione è quella della visita della capolista alle europee di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che nella giornata di ieri ha incontrato i cittadini di Guidonia presso il giardino del Bar Lanciani. In un parterre di grandi nomi della politica locale non passa inosservato il sindaco uscente di Fonte Nuova Graziano Di Buò. E a segnalarlo ci pensa Silvestroni, coordinatore provinciale del partito che dal palco esorta il pubblico ad accoglierlo con un applauso, rimarcando la possibile adesione del sindaco escluso dalla candidatura di Forza Italia proprio nei lidi meloniani. “Voglio salutare e ringraziare per la sua partecipazione Graziano Di Buò che credo si stia avvicinando sempre di più a Fratelli d’Italia”.

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Numeri, il corto d’esordio del regista di Guidonia Montecelio Gianluca Balla - La Voce del Nord Est Romano

Caroline Latini

La provincia del nord est romano come serbatoio di talenti. Non sarebbe la prima volta, ma in questo caso si tratta di una di quelle menti creative che tornano a casa per raccogliere i frutti di tanta esperienza. Si tratta di Gianluca Balla, giovane regista originario di Guidonia Montecelio, che oggi vive a York in Inghilterra dove conduce un dottorato di ricerca e arriva a Roma per presentare il prossimo 27 aprile il suo primo corto, Numeri, al Festival del Cinema Veramente Indipendente.

Come nasce il progetto?

L’idea arriva nel 2013, dalla volontà di sperimentare l’influenza della pubblicità sulla mente umana. Il film esamina, in chiave ironica e leggera, come sia forte sulla vita di una ragazza come tante, Marta.

Come hai gestito il lavoro di riprese e chi ha collaborato alla realizzazione?

Abbiamo girato il tutto in tre giorni nell’agosto 2013 nella periferia romana, con un budget estremamente basso. La realizzazione ha visto la partecipazione di un piccolo team composto per lo più da amici con esperienze nel settore. Gli attori invece provengono dal mondo del teatro. Ho selezionato appositamente loro per ottenere immediatezza e senso di verità nelle immagini. Tutti i personaggi infatti rappresentano degli stereotipi esistenti e il difficile è stato rendere tutto ciò credibile ed inserirlo in un contesto reale e non artificiale. Su di essi occorreva infine sperimentare l’influenza della pubblicità, o meglio il concetto di curiosità e novità che si cela dietro per poi analizzarne gli effetti prima di dare loro vita.

Deve essere una soddisfazione il tuo primo corto sarà presentato a Roma al cinema Trevi.

Sì, verrà proiettato il 27 aprile in occasione del Festival del Cinema Veramente Indipendente. Questa occasione è molto preziosa, permette di presentarci sul grande schermo di fronte ad un pubblico nuovo.

Che percorso hai fatto per arrivare a questo primo importante traguardo?

Diciamo che fin da piccolo ho avuto la passione nel raccontare storie. Ero indubbiamente il cantastorie del mio gruppo di amici, appassionato di pittura e disegno, lettura e videogame. Al mondo del cinema però mi sono appassionato solo successivamente. Dopo essermi diplomato al liceo scientifico ‘Ettore Majorana’ di Guidonia e aver fatto un po’ di tutto senza meta: come una laurea in Ingegneria Edile Architettura a Tor Vergata, aver vissuto per un po’ a Parigi, aver tentato varie carriere da quella militare al musicista, sono finito nel 2012 all’Università di York in Inghilterra, nel Dipartimento di Teatro, Film e Televisione. Qui conduco tuttora un dottorato di ricerca su metodologie registiche e sulle possibili influenze che gli effetti visivi digitali possono avere sul lavoro del regista. Parallelamente ho fondato una compagnia di produzione, la Whip Ma Whop Ma Film, con la quale ho avviato la produzione di diversi lavori tra cui Numeri.

In che modo le tue esperienze di vita nel nord est hanno segnato il tuo percorso artistico?

Nel passato ho svolto attività teatrale a Guidonia come attore e aiuto regista, attività che mi ha fornito le basi per capire l’arte registica e non solo. Il teatro infatti mi ha insegnato un linguaggio con il quale parlare agli attori, fondamentale per essere un regista credibile. L’esperienza qui all’università di York invece mi ha permesso di conoscere personalità importanti e capire meglio i meccanismi dell’industria cinematografica

Che aggettivi useresti per definire il tuo lavoro?

Imperfetto ma vero, come la vita.

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Porta a Porta non rispettato a Guidonia: “Multe per 100mila euro” – RomaToday


RomaToday
Porta a Porta non rispettato a Guidonia: "Multe per 100mila euro"
RomaToday
Prosegue, senza sosta, l'attività degli uomini del Nucleo Tutela Ambiente diretti dal comandante Paolo D'Alessandris (nella foto). “Nel corso del 2013 sono stati contestati, nel territorio del comune di Guidonia Montecelio, 860 verbali amministrativi

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

D Lazio: Guidonia Collefiorito, date ed orari dei quarti playoff – Tuttobasket.net

D Lazio: Guidonia Collefiorito, date ed orari dei quarti playoff
Tuttobasket.net
Basket Guidonia Collefiorito ha il piacere di comunicare il calendario ufficiale della serie di Quarti di Finale playoff di Serie D Maschile , che prenderà il via il prossimo 27 aprile e che sarà al meglio delle tre partite, con le prima sfida che

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

Guidonia, auto si ribalta. Muore 63enne. Gravissima la moglie – Cinque Quotidiano


Cinque Quotidiano
Guidonia, auto si ribalta. Muore 63enne. Gravissima la moglie
Cinque Quotidiano
Come sia potuto accadere nessuno lo sa. Tutto in pochi secondi. Forse colpa dell'alta velocità o di un mancato calcolo della curva della rotatoria. Così ieri pomeriggio intorno alle 17 un'auto si è catapultata all'altezza della rotatoria di via Trento

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia

A Guidonia calcio da Serie A: al via il meeting per portieri “imPARANDO”. In campo all’Ocres Moca con il nuovo metodo Foowel - La Voce del Nord Est Romano

GUIDONIA - Sta per prendere il via il prossimo 28 aprile a partire dalle 16.30 presso il Campo Ocres Moca di Villalba il  meeting per portieri e preparatori “imPARANDO. Allenamento funzionale. Allenamento situazionale. Settimana tipo”. Sono preparatori di altissimo livello che hanno scelto la Città dell’Aria, da dove provengono, per portare avanti un grande progetto formativo. In campo e in aula, infatti, due guidoniani doc: Davide Quironi – preparatore portieri Fiorentina, Lucchese, Ternana e direttore tecnico nazionale metodo Foowel – ed Emanuele Maggiani – preparatore portieri Lupa Roma e istruttore abilitato metodo Foowel. L’evento è stato organizzato con la preziosa collaborazione di Denis Storti. “La prima cosa che voglio dire – spiega Davide Quironi, relatore dell’evento – è che sono molto contento e orgoglioso di tornare a fare qualcosa di istruttivo e di qualità nella città dove sono nato. Il ruolo del portiere è in continua evoluzione e noi preparatori dobbiamo rimanere al passo con i tempi, se possibile anticiparli, adottando metodologie nuove. E’ così e per queste ragioni che è nato il metodo Foowel che lunedì 28 aprile andremo ad illustrare al campo dell’Ocres”. “Sono orgoglioso nel vedere quanto Guidonia Montecelio sia ricettiva alle iniziative sportive di livello che ho proposto. Questo è il secondo meeting per portieri e preparatori che ho organizzato nel campo di Villalba – commenta il direttore organizzativo dell’evento, Emanuele Maggiani – Sono contento che un professionista del calibro e dell’esperienza di Davide Quironi intervenga per illustrare il nuovo metodo Foowel, di cui io sono anche istruttore. Ringrazio ovviamente tutte le società e gli sponsor che hanno fatto sì che il progetto si concretizzasse. Si tratta del secondo evento sportivo dedicato esclusivamente ai portieri ed ai loro preparatori del territorio – spiega Maggiani – Il calcio è come la vita: servono passione, dedizione, tenacia ma anche tecnica e studio”.

IL PROGRAMMA – Ore 16.30: Registrazione partecipanti (il costo è di 20 euro); Ore 17.00: TUTTI IN AULA per la presentazione del libro IMparando, lavoro situazionale per il giovane portiere e per i portieri evoluti.  Relatore Davide Quironi; 17.30: TUTTI IN CAMPO con Davide Quironi ed Emanuele Maggiani per “Lavoro funzionale situazionale del giovane portiere e del portiere evoluto”; Ore 18.00: SI TORNA IN AULA per la sessione “Analisi audio-video della settimana tipo e relativa organizzazione”. Relatore Davide Quironi; Ore 18.30: Presentazione metodo Foowel a cura di Davide Quironi ed Emanuele Maggiani. Al termine aperitivo di saluto. Info e prenotazioni: 346,3798402 – emanuelemaggiani@libero.it (24 aprile 2014 – www.lavocedelnordestromano.it) Red

Condividi:
  • Facebook
  • oknotizie
  • Technorati
  • tuttoblog
  • del.icio.us
  • email
  • Google Bookmarks
  • Internetmedia
  • Live
  • MySpace
  • LinkedIn

Comments

comments

Vai alla notizia